WNT utilizza i cookies al fine di garantire il miglior servizio possibile.
Continuando ad utilizzare questo sito l'utente accetta l'uso dei cookies.
Per maggiori informazioni, consultate la nostra Informativa sulla Privacy.

Il Technical Center WNT migliora l’azionamento per il motoscafo da competizione F2

05/01/2017

Per la lavorazione nel centro di lavoro a 5 assi, i tecnici hanno optato esclusivamente per gli utensili di WNT. Tra l’altro si è provveduto ad utilizzare il sistema di fresatura 2011-11 con inserti del tipo HCN5235, le punte con inserti C900 nonché la punta in MDI WTX Feed.

La nuova forma dell’elica migliora l’accelerazione ed aumenta la velocità massima. Grazie al miglioramento dell’azionamento, quest’anno, il team Powerboat F2 di WNT vuole vincere di nuovo il campionato britannico.

Per ottenere un successo ancora maggiore nella prossima stagione, il team dell’inglese Powerboat F2 di WNT ha deciso di modificare l’elica allo scopo di migliorare le prestazioni del motore del motoscafo da competizione. La realizzazione è stata affidata agli specialisti tecnico-applicativi del Technical Center di Kempten che, con l’ausilio di utensili WNT, hanno prodotto il componente estremamente complesso con il centro di lavoro a 5 assi DMU75monoblock.

La costruzione dell’elica è stata sviluppata da Simon Watling, crew-chef del Team WNT, con il software 3D-CAD di Autodesk Inventor, che ha consentito di simulare nel miglior modo possibile le caratteristiche della stessa. È stato così possibile creare una forma di elica con un’accelerazione migliore ed una maggiore velocità massima. Dato che l’elica è esposta a velocità elevate e ad una pressione immensa, si è reso necessario scegliere un materiale molto duro e resistente. La scelta è caduta sull’acciaio inossidabile per utensili tipo Böhler M303 che soddisfa al meglio queste esigenze, ma che appunto per questo motivo è più difficile da lavorare ad asportazione di truciolo. “Oltre alla resistenza del materiale, le sfide più grandi sono state la geometria complessa del pezzo da lavorare e la parete sottile”, rammenta Simon Bastiani del Technical Center a Kempten, che ha avuto un ruolo determinante nel progetto. “Innanzi tutto abbiamo bloccato il componente nella macchina a tre assi DMC650V con il nuovo sistema di serraggio a magnete WNT insieme con il sistema di serraggio a punto zero MNG. In questo modo abbiamo avuto un migliore accesso al componente e in una passata siamo riusciti a sgrossare il contorno esterno. Successivamente l’abbiamo bloccato nel centro di lavoro a 5 assi con un dispositivo sviluppato ad hoc. Abbiamo dovuto compiere uno sforzo intellettivo enorme per riuscire a fresare simultaneamente a 5 assi questa forma molto complessa”, afferma Bastiani.

Decisiva per la buona riuscita del progetto è stata anche la scelta dell’utensile giusto. E’ stato utilizzato tra l’altro il sistema 2011-11 con frese a inserti modello HCN5235, che ha dato i risultati migliori anche durante la sgrossatura. Per la lavorazione interna si è provveduto ad impiegare le punte con inserti C900 4xD nonché la punta in MDI WTX Feed e per l’ultima rettifica la fresa a testa sferica Silverline. Per assicurare la massima precisione ed eliminare ogni squilibrio, si è impiegato inoltre il Digital-Stick SpinTools, il quale garantisce una regolazione rapida e veloce dell’ordine dei µ. “Il centro di lavoro a 5 assi è presente da poco nel nostro Technical Center e noi non siamo ancora riusciti a raccogliere molte esperienze. A maggior ragione siamo soddisfatti in quanto con la produzione dell’elica abbiamo avuto la meglio su una vera a propria disciplina per eccellenza“, riassume Andy Kuklinski Responsabile del Technical Business Development di Kempten. “Siamo pronti sin da ora ad affrontare le sfide future.“